· 

I nuovi episodi di Grantchester, su Giallo

di Laura Frigerio

“Grantchester”, la serie tv basata sui romanzi “The Grantchester Mysteries” di James Runcie, è pronta a tornare con i nuovi episodi.
L’appuntamento è dal 14 gennaio, alle ore 21.10, su Giallo e in streaming su discovery+ subito dopo la messa in onda lineare.

Protagonisti sono sempre Tom Brittney e Robson Green, rispettivamente nei panni del reverendo Will Davenport e dell’ispettore Geordie Keating.

LE ANTICIPAZIONI
Siamo nel 1957 e l’Inghilterra sta attraversando un momento di grande ottimismo, come si nota anche nel borgo rurale di Grantchester. Qui il giovane reverendo Will Davenport è diventato ormai parte integrante della comunità consolidando il suo ruolo di vicario, mentre il corrucciato ispettore Geordie Keating sembra aver trovato un nuovo equilibrio nella sua vita matrimoniale. Peccato che l’idillio, in realtà, sia solo apparente.

Tutti i protagonisti della serie dovranno fare i conti con segreti e dure verità. Will cercherà di rimanere ancorato al suo innato ottimismo, che verrà messo a dura prova indagine dopo indagine. A minare le sue certezze, anche l’arrivo di un nuovo personaggio femminile, la giornalista Ellie Harding (interpretata da Lauren Carse) da cui il reverendo sarà subito attratto non solo fisicamente, ma soprattutto per il suo carattere forte e per la sua indipendenza, totalmente in contrasto con la tipica immagine della donna degli anni ’50.

In questa stagione si rafforza ulteriormente l’intesa tra l’ispettore di polizia e il vicario; l’amicizia tra i due assumerà sempre più i tratti del tipico rapporto padre-figlio. Non mancheranno come sempre indagini scottanti e delicate vicende umane dai temi attuali: dalla misteriosa morte di un giovane in un college femminile, alla vittima di un pirata della strada, Geordie e Will si troveranno ad affrontare anche un caso su inquietanti sperimentazioni scientifiche, oltre a riportare a galla verità scioccanti riguardo un convento di suore.

 

 




crediti foto: ufficio stampa

Scrivi commento

Commenti: 0