· 

I Giorni della Ricerca AIRC sulla Rai

di Laura Frigerio

Anche quest'anno Rai è al fianco di AIRC per raccontare le storie dei protagonisti della ricerca, ovvero persone che hanno affrontato la malattia, scienziati, medici e volontari.

Una maratona lunga una settimana e che terminerà l'8 novembre, con un palinsesto dedicato a I Giorni della Ricerca (che coinvolgerà varie trasmissioni, da “Uno Mattina” a “È sempre Mezzogiorno”, da “Elisir” a “Ballando con le Stelle”, da “Tale e Quale Show” a “Domenica In” - per citarne alcuni).

 

L'obiettivo è raccogliere nuovi fondi per dare un forte impulso al lavoro dei ricercatori impegnati a trovare le giuste risposte per tutti i pazienti colpiti dal cancro. Un obiettivo che si fa ancora più importante quest'anno, dato che l'emergenza Coronavirus sta influendo negativamente sui progressi della ricerca oncologica, rallentando l’attività nei laboratori e il trasferimento dei risultati ai pazienti.

Uno scenario preoccupante perché il cancro resta un‘emergenza: in Italia quest’anno saranno diagnosticati circa 377.000 nuovi casi, più di 1000 al giorno.

Ambasciatori dell'iniziativa sono Carlo Conti e Antonella Clerici.
“Con Carlo condivido il ruolo di ambasciatrice AIRC, dopo aver preso il testimone anni fa da Sandra Mondaini e Raimondo Vianello. Sono felice di condividere questa straordinaria staffetta con la squadra Rai. Quest'anno dobbiamo fare di più, dato che la pandemia ha rallentato il lavoro degli scienziati” - ha dichiarato Antonella Clerici.

“Non potevo mancare, cercherò di esserci con tutte le mie forze” - dice invece Carlo Conti, che sta lavorando da casa a causa del Coronavirus - “Mi ricordo che, quando ero piccolo, c'era del pudore nel pronunciare la parola cancro, ora no anche perché sappiamo che è sempre più curabile, proprio grazie al lavoro dei ricercatori”.

 

Segnaliamo che, per sostenere la raccolta oncologica, potrete acquistare anche i Cioccolatini della Ricerca, che troverete su Amazon.it e nelle filiali di Banco BPM.

 

 


crediti foto: ufficio stampa

Scrivi commento

Commenti: 0